L’evidenza scientifica dell’Amore: un seminario sulla capacità di amare il 18-19 maggio in Sicilia.

 

Questo titolo mi frulla in mente da quando conosco la Coerenza cardiaca. E non per la semplice associazione tra Cuore e Amore, ma perché, studiando le evidenze pubblicate da neuroscienziati e neurocardiologi, ho compreso che se solo imitassimo nelle nostre relazioni tutto ciò che il cuore fa a favore della salute del nostro organismo, avremmo risolto tutti i problemi che in questo momento affliggono il nostro bellissimo Pianeta.

Ma come si sviluppa la capacità di amare?    Oggi la Scienza attribuisce una grande importanza alle prime esperienze della vita perché capaci di condizionare questa nostra naturale propensione.

Gli studiosi parlano dell’importanza dell’amore come potenziale e rivoluzionaria strategia per la sopravvivenza umana, “sostenendo che il dominio sulla natura e sugli altri gruppi umani sia ormai superato e non più idoneo allo scopo”. (Odent, 2008)

Siamo dunque di fronte a una necessità planetaria alla quale dare risposta partendo dal Cuore: dalla sua realtà organica, alla sua presenza più sottile.

Dopo la Manutenzione del Cuore ho proposto al Centro Uriel un seminario per  esplorare  il senso dell’Amore sui piani della personalità umana e le implicazioni di questo sentimento sulla nostra fisiologia e sull’ambiente in cui viviamo. Partendo sempre dagli studi sulla Coerenza del cuore.

C’è un piano biochimico che viene influenzato in modo potente nel nostro organismo dallo stato di Coerenza cardiaca.

Dall’Ossitocina, che ripara e manutiene il cuore,  ai neuropeptidi prodotti dal cuore  che bloccano la risposta infiammatoria da stress in tutti i tessuti, oltre a tutti gli incredibili meccanismi di autoregolazione e sopravvivenza, che il sistema nervoso autonomo del cuore ci garantisce ad ogni battito, il Cuore ci ama e non chiede nulla, esempio di amore oblativo, come il Sole che ci illumina senza giudicare, senza  considerare se siamo stati buoni o cattivi.

E’ questo il tipo di amore di cui siamo spesso inconsapevoli fruitori. Dentro di noi qualcuno ci ama. Altro titolo che prima o poi utilizzerò. E’ fondamentale riconoscere che l’Amore esiste ed è appunto una realtà scientifica , alla galileiana maniera, ovvero riproducibile.

L’analogia del cuore con il sole è stata verificata valutando le frequenza in Heartz. 0,1 è la frequenza di un cuore in stato di Coerenza, ed è la stessa della luce solare che arriva sulla Terra.

Alcuni si chiedono se esporsi alla luce solare facilita la Coerenza cardiaca: si,  se la mente resta sgombra e ci focalizziamo sul respiro, ritmato e coerente. La luce solare può favorire la creazione di uno stato coerente, ma un ruolo determinante nell’essere umano lo hanno gli atteggiamenti interiori.  Emozioni, sentimenti e pensieri  negativi, se reiterati hanno sul cuore un effetto che nel tempo ne riduce la flessibilità.E’ possibile , in questi casi e fortunatamente a qualsiasi età,,  rieducare la capacità di far variare il battito in modo armonico, e quindi generare lo stato di Coerenza, antidotando gli atteggiamenti interiori negativi  con l’evocazione di pensieri e sentimenti superiori ed emozioni positive.

Aggiungo all’aspetto biochimico quello studiatodalla Fisica ovvero  la capacità di propagazione per risonanza che il cuore manifesta continuamente con la sua attività. E’ questo che ci fa comprendere che la nostra capacità di amare dipende dalla nostra abilità a creare un” campo” d’amore.

Gli studi più recenti hanno osservato il campo elettromagnetico prodotto da un cuore in stato di Coerenza, 5000 volte più ampio di quello emesso dall’encefalo, organo che sappiamo essere il più innervato e pertanto il più elettrificato del nostro corpo.  Quindi un cuore che ama crea un campo, campo che abbiamo avuto modo tutti di percepire negli ambienti quando era presente una persona che, in modo spontaneo o consapevole, creava dentro si sé uno stato di Coerenza cardiaca. Lo abbiamo riconosciuto perché siamo entrati spontaneamente  in Risonanza e il nostro cuore ha cominciato a battere su quella frequenza, ampliando il campo di influenza ambientale.

Biofisica, biochimica, psiconeuroendocrinoimmunologia, ci spiegano gli effetti che l’Amore può produrre nel nostro organismo. Comprendere le leve che questo stato dell’essere può attivare e quali sono gli ostacoli che si frappongono alla nostra capacità di amare, riconoscerli e trasformarli attraverso la pratica della Coerenza cardiaca, è il lavoro che si svolgerà durante il seminario che si terrà  presso il Centro Studi e Ricerche per la Volontà di Bene Uriel di Collesano, in provincia di Palermo,  il 18 e 19 maggio prossimi.

Vi invito a seguire la conferenza che terrò via Zoom il prossimo 15 maggio alle 18.

Perché anche parlare di Cuore ci aiuta a creare il campo d’amore.

La sessione su Zoom sarà attiva dalle 17,45.

Qui di seguito è riportato il link di collegamento, 

basterà cliccare su di esso.

https://us02web.zoom.us/j/86582397184

ID riunione: 865 8239 7184

 

 

 

 

Categorie

Il Cibo Amico

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Social Media

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on pinterest
Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito web, si accetta l’utilizzo dei cookie.